Lutto nella chiesa sarda per la morte di don Giovanni Pittorru: il religioso, qualche mese fa, era stato ricoverato all’ospedale per gravi condizioni di salute. Poi, le dimissioni dall’ospedale. Oggi, il suo cuore ha cessato di battere. Già parroco della parrocchia di San Giuseppe a Tempio, nel 2019 è stato nominato canonico parroco anche della cattedrale di San Pietro, e ha ricoperto il ruolo di vicario urbano e moderatore dell’unità pastorale della città di Tempio, oltre ad essere legale rappresentante di tutte le tre parrocchie cittadine. Tantissimi i messaggi di cordoglio sui social, come quello del seminario vescovile di Tempio-Ampurias: “Don Giovanni Maria Pittorru, parroco della cattedrale, é tornato alla casa del Padre. Preghiamo per lui affinché dopo le tante sofferenze possa vedere il volto luminoso di Cristo e si senta accolto dalle braccia amorevoli della Beata Vergine, che tanto ha amato, nella santa Gerusalemme. La comunità del Seminario si unisce nella preghiera alla famiglia, alle comunità che hanno tratto beneficio dal suo apostolato sacerdotale e a quanti lo hanno amato e stimato. Requiescat in pace”.

L'articolo Lutto nella chiesa sarda, addio a don Giovanni Pittorru: è stato parroco della cattedrale di Tempio proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.