Oristano

Dirigente dell’Inpdap, fu promotore di tante iniziative culturali e di spettacolo

Grave lutto nell’Oristanese per la morte di Aldo Costanzo, dirigente pubblico e uomo di cultura.

Si è spento a  Cagliari, dov’era da tempo ricoverato per curare  un grave male che lo aveva colpito. Avrebbe compiuto 88 anni il prossimo mese di febbraio.

Aldo Costanzo aveva guidato come direttore l’ufficio Inpdap della provincia di Oristano, riuscendo ad aprire la prestigiosa sede provinciale di piazza Roma. Poi  l’incarico di direttore regionale dell’Inpdap.

Uomo di grande dinamicità e dal carattere gioviale, dopo la pensione aveva dato spazio alla sua passione per il mondo della cultura e dello spettacolo. Aldo Costanzo era stato presidente dell’Ente concerti e a Oristano aveva fatto nascere l’Isfor, ente culturale che  per anni si era distinto in diverse iniziative: manifestazioni di spettacolo e di cultura, corsi di recitazione e dizione.

Da ultimo Aldo Costanzo aveva guidato con grande slancio il Comitato provinciale Telethon.

I funerali di Aldo Costanzo si terranno domani pomeriggio a Solanas di Cabras, nella chiesa parrocchiale di San Pietro, con inizio alle 15.30.

Molti  i messaggi di cordoglio rivolti in queste ore alla moglie Gegia Fanari, per anni apprezzato  medico di base a Cabras, e ai figli.

Messaggi ai quali si aggiunge anche quello affettuoso delle redazioni di Linkoristano e di Radio Cuore che  oggi perdono un caro amico.

Aldo Costanzo

Lunedì, 17 gennaio 2022

 

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.