I visitatori potranno essere di nuovo supportati dagli esperti. Con la “Società Navigazione dei Laghi” opererà ancora la coop “Ma’s que nada"
LURAS. Ritornano domani le guide turistiche nel sito dell'olivastro millenario di Luras. La gara è stata esperita nei giorni scorsi. Curerà il servizio la Società Navigazione dei Laghi in collaborazione temporanea d'impresa con la cooperativa "Ma's que nada" di Luras (che se ne occupava anche gli altri anni). Il Covid-19 ha ritardato tutto. Nel frattempo c'erano due addetti alla sola sorveglianza. Nei giorni scorsi, sono arrivate però delle segnalazioni di persone che sono salite sugli alberi. Male. Non si deve fare mai.
Così il sindaco Marisa Careddu e l'assessore all'ambiente Rosario Menconi spiegano i lavori fatti nel sito e quello che c'è in programma nei prossimi mesi. «Il nostro patriarca verde ha da noi avuto sempre la massima cura. Non si tocca un ramo - spiega il primo cittadino di Luras -, se non con il parere del Dipartimento di Botanica dell'Università di Sassari. È stato recintato da anni, provvisto di pedane lignee per i disabili, inavvicinabile sotto il tronco, vista l’ampia recinzione. Nel sito ci sono i cartelli che precisano i divieti e uno che ne descrive la storia e l’importanza millenaria (quasi 4mila anni). Io, che amo viaggiare, ho visitato molti siti e musei, se vedo un cordone rosso non mi avvicino a un dipinto per toccarlo e se vedo una recinzione non la scavalco. E moltissimi fanno come me. Alcuni incivili non fanno così».
Il titolare della delega all'Ambiente spiega: «Stiamo completando la documentazione per la convenzione con Forestas che ci permetterà di utilizzare gli operai forestali per altra manutenzione e la salvaguardia di tutta l'area attorno al nostro patriarca. Questa va ad aggiungersi a quella che già facciamo come Comune. L'area è vasta: sei ettari, dove sono presenti tanti alberi importanti. Valorizzeremo anche quelli, non solo i due più grandi e famosi. A breve, inoltre, andrà in appalto - grazie a un finanziamento regionale - la realizzazione di un progetto di abbellimento del sito con nuova cartellonistica su come arrivarci. Il tutto - aggiunge Menconi - è già stato approvato e seguito dalla Soprintendenza. L'amministrazione sta inoltre lavorando da tempo per far inserire l'olivastro millenario, già monumento nazionale, come patrimonio dell'Unesco».
Il sito è balzato di recente agli onori della cronaca perché l'architetto Stefano Boeri ha proposto di tenere, nei pressi dell'olivastro, un incontro per la giornata mondiale degli alberi che si terrà il prossimo 21 novembre.

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.