Lunedì in Sardegna riaprono librerie e negozi per bambini
L’annuncio del presidente della Regione

Lunedì prossimo 27 aprile ci saranno le prime riaperture in Sardegna. L’ha annunciato il presidente della Regione Christian Solinas nel punto stampa di stasera. Da lunedì potranno riaprire librerie e cartolibrerie, negozi di abbigliamento per bambini e studi professionali.

Non sarà prorogata l’ordinanza con cui a Pasquetta Solinas aveva stoppato le riaperture autorizzate, invece, dal governo dal 14 aprile. “Qualcuno aveva impugnato l’ordinanza davanti al Tar”, ha ricordato Solinas, “ma non è stata data la sospensiva. Il tribunale ha chiarito che in questo momento di emergenza prevale la tutela della salute pubblica”.

“Ci sarà una riapertura progressiva delle attività”, ha confermato il presidente, “che non deve lasciare passare il messaggio che il virus sia finito. Dove si è accelerato sulla riapertura senza particolari precauzioni si stanno vivendo drammi, faccio l’esempio di Singapore che aveva gestito in modo eccellente la prima ondata e oggi sta subendo contagi di ritorno gravi. In Cina al momento abbiamo notizia di diversi focolai attivi. Lo stesso vale per il Giappone. Noi dobbiamo fare tesoro di quest’esperienza”. (AGI)

Venerdì, 24 aprile 2020

L'articolo Lunedì in Sardegna riaprono librerie e negozi per bambini sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.