Luciana Gallus di Teulada ai microfoni di Radio Casteddu: “La Regione metta a disposizione la somma che spetta a mio figlio gravemente disabile”. “Vivo una situazione molto seria e complicata soprattutto in questo momento: da giugno avevo presentato domanda affinché venisse riconosciuto il progetto regionale “Ritornare a casa di secondo livello”  finanziato al comune di residenza dove si dà la possibilità di avere una somma per assistere mio figlio disabile gravissimo. Questo è per integrare il progetto  “Ritornare a casa” primo livello con il quale mi danno 74 ore mensile che sono pochissime. Per la gravità di mio figlio quindi ho voluto integrare con il secondo livello che a giugno  è stata respinta la mia richiesta.Ho riproposto lo stesso progetto in seconda istanza ad agosto e, dopo la visita di una commissione medica di Assemini che è venuta a domicilio per vedere la situazione di mio figlio,  è stata accettata. Da allora non ho avuto più notizie se non le comunicazioni con l’assistente sociale del Comune di Teulada che mi ha detto che non è stata ancora finanziata. Quindi mi chiedo: per evadere una pratica ci vogliono 6 mesi?”.Potete riascoltare l’intervista a Luciana Gallus di Paolo Rapeanu e Gigi Garauhttps://www.facebook.com/castedduonline/videos/443760696673160/e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDUhttps://play.google.com/store/apps/details?id=com.newradio.radiocastedduonline

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.