Tamponi a pagamento per i sardi costretti a viaggiare per motivi di salute. A Radio CASTEDDU, Valentina Tinti, 48 anni, di Monserrato, malata oncologica, ogni 28 giorni si reca a Milano per ricevere una cura sperimentale “con un farmaco particolarissimo che mi forniscono solo a Milano. Il problema è quello del costo del tampone, l’ultimo che ho fatto, stamattina, perché va ripetuto dopo 5 giorni dal rientro, è costato 50 euro. Spendo solo quando rientro nell’Isola, perché la regione Sardegna mi chiede di fare il tampone, altrimenti dovrei stare 10 giorni in quarantena. Appena atterro a Elmas mi sottopongo, come tutti quanti nella postazione, al tampone antigenico: aspetto una ventina di minuti per il risultato, solo che, attualmente, c’è la novità del tampone a pagamento. Può andare bene per una persona che viaggia per motivi di piacere ma non per un soggetto fragile. Inoltre nel sito regionale dove si effettua la registrazione, dopo aver inserito le credenziali, compare la scritta “Buon soggiorno in Sardegna”.Mi chiedo: ma questo tipo di programma, che viene in qualche modo utilizzato da tutti i viaggiatori che arrivano in Sardegna, è un programma che ha una falla perché ritiene che tutti quanti i viaggiatori siano turisti. Io ricevo delle cure particolari e ogni mese ho il vincolo di andare a Milano per esami ematici e accertamenti direttamente in struttura. Sono d’accordo per il tampone, però fatelo fare gratis per i casi come il mio, non deve ricadere sul mio portafoglio perché non mi sto  muovendo per una vacanza ma per stare meglio”.Risentite qui l’intervista a Valentina Tinti di Paolo Rapeanu e Gigi Garauhttps://www.facebook.com/castedduonline/videos/288790816039054/e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDUhttps://play.google.com/store/apps/details?id=com.newradio.radiocastedduonline

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.