Un funerale molto toccante, con tanto di corteo nei luoghi dove Efisio Vargiu, pescatore e ricciaio di 65 anni morto due giorni fa, è cresciuto e ha vissuto diventando per tutti, a Cagliari, il “re del mare”. Il funerale nella chiesa di Sant’Elia celebrato da don Saverio Fabiano è solo l'”antipasto” dell’addio a “mister Alaska”, come l’hanno sempre chiamato tutti. La moglie Bonaria e i figli Tommaso e Luca sono stati travolti dall’affetto senza confini di tutti i pescatori e gli amici del padre. Un rito funebre realizzato grazie, anche, ad una colletta organizzata dai colleghi del sessantacinquenne: “Anche per per questo li ringrazio”, dice, commosso, Luca Vargiu. Dopo il funerale, le tappe quasi obbligate al lazzaretto di Sant’Elia, con “Gente di mare” di Umberto Tozzi e Raf sparata a tutto volume, “una delle canzoni preferite da papà”, e i primi applausi per l’uomo che, per decenni, ha rifornito di pesce molti dei ristoranti del Cagliaritano più noti e frequentati e che, sin da giovane, ha insegnato a tantissimi ragazzi i trucchi per pescare orziadas e ricci in quantità. Subito dopo, il corteo si è spostato e ha raggiunto la pineta di Su Siccu, in un mix di emozione e lacrime.Anche lì, altre canzoni sparate a tutto volume: “Ciao papà” di Al Bano come colonna per un brindisi con Torbato e un lungo applauso, con tutti i ricciai usciti dalle casette per tributare l’ultimo saluto al “re del mare”, prima del viaggio verso il cimitero di San Michele, dove Efisio Vargiu sarà cremato: “Resterà per sempre, con noi, a casa. Ciao papà, vola in alto: sarai per sempre ‘Alaska, il re del mare”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.