Ex imprenditore "Mirko Oro", 'non mi prenderete mai...'

(ANSA) - VARESE, 08 FEB - Mirko Rosa, alias "Mirko Oro", 46 enne imprenditore ex proprietario di negozi compro oro, è stato arrestato in Svizzera a seguito di un'operazione dei carabinieri del Comando Provinciale di Varese per rintracciarlo all'estero, dopo che Rosa si era reso irreperibile appena avuta contezza del mandato di cattura emesso a suo carico dalla Procura di Busto Arsizio (Varese) per un cumulo di pena, con tanto di video pubblicato su "Tik Tok" nel quale sbeffeggia i militari dicendo "maresciallo sprecate soldi, non mi prenderete mai".

Non solo, ha pubblicato anche video nei quali inneggiava al "Kanun", il codice orale consuetudinario Albanese secondo che disciplina i contrasti tra persone con la vendetta di sangue.

Tracciandolo mentre tentava di dissimulare la sua posizione postando video che lo facessero sembrare altrove, oltraggiando le forze dell'ordine, ottenuto il mandato di arresto europeo, i carabinieri del Reparto Operativo varesino, grazie alla collaborazione del Servizio per la Collaborazione Internazionale e alla Polizia Cantonale di Mendrisio, lo hanno individuato e bloccato.

Sei gli anni che l'ex imprenditore deve scontare a seguito di varie condanne per truffa, maltrattamenti in famiglia, lesioni personali, uccisioni di animali, riciclaggio, pubblicazione arbitraria di atti di procedimento penale, simulazione di reato e resistenza a pubblico ufficiale. Ora si trova nel carcere di Lugano in attesa di estradizione. (ANSA).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.