La Sardegna ha numeri da zona bianca da due settimane consecutive. Potrebbero diventare tre se, oggi, l’Iss confermerà, nel suo monitoraggio settimanale, non più di 50 casi per centomila abitanti. Toccherà poi al ministro della Salute Roberto Speranza firmare l’ordinanza che, da lunedì, farebbe ripartire gran parte delle attività: bar e ristoranti aperti anche dopo le 18, piscine e palestre che ritornano operative. Ma la variante del Coronavirus spaventa: tre città sarde sono in lockdown. Bono, San Teodoro e La Maddalena. E non è escluso che altri casi possano registrarsi nelle prossime ore. Ecco perché c’è molta attesa per i dati, che arriveranno nel pomeriggio.

 

Bisogna infatti che la Sardegna risulti ancora una regione a rischio basso, sennò non ci sarà nulla da fare e si dovrebbe restare in zona gialla. Sono ore di attesa e, quindi, decisive: tutti i numeri, inclusi quelli dei posti letto occupati sia in terapia intensiva sia nei reparti standard sono sotto la soglia limite.

L'articolo La Sardegna sogna la zona bianca ma c’è l’incubo della variante, in arrivo i dati dell’Iss proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.