Un eterno fanciullo con lo spirito evangelico dei piccoli. Così amici e conoscenti raccontano don Alberto Pistolesi, per tutti “don Albertino” il parroco di Sinnai morto in un tragico incidente stradale al Poetto. La tragedia ha sconvolto tutta la Sardegna. Chi lo conosceva bene lo ricorda per il suo sorriso che intrappolava e la sua giovialità. Una persona dalla gioia contagiosa e con una capacità unica di trasferire ciò che custodiva interiormente. Come un eterno fanciullo, ma con lo spirito evangelico dei piccoli. Tanti i giovani e le coppie che si sono avvicinate alla Chiesa grazie a lui, perché dava un’immagine di Chiesa giovane e gioiosa, come vuole la predicazione di papa Francesco. Nato a Cagliari, classe 1979, don Pistolesi è stato ordinato presbitero nel 2004 nella Cattedrale di Cagliari. Fino al 2006 è stato vicario presso la parrocchia di San Luca a Quartu, prima del trasferimento, sempre come vicario, al Santissimo Crocifisso nel rione di Genneruxi. Nel 2010 viene nominato parroco della chiesa di Santa Barbara Vergine Martire a Senorbì. Due anni dopo ricopre l’incarico di direttore dell’ufficio diocesano per la pastorale giovanile e nel 2013 torna come vicario al Santissimo Crocifisso. Due anni dopo diventa vicario episcopale per il programma pastorale diocesano e per il coordinamento degli uffici e dal 2018 era parroco nella chiesa di Santa Barbara Vergine Martire a Sinnai.

 

 

“Ciao Alberto Pistolesi”, lo saluta don Ignazio Boi, “ma come. Ci siamo sentiti in questi giorni e avevamo già concordato di organizzare la formazione dei ministri straordinari dell’Eucarestia nella tua parrocchia. Eppure mi hai scritto che non avevi fretta. Dio mio. Perché? “

L'articolo La Sardegna sconvolta piange don Albertino, il prete del sorriso amico dei giovani: “Dio mio, perché?” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.