La salvezza (ormai certa) per la Sampdoria, passa per la partita con il Cagliari, risultato meritato per i blucerchiati di Ranieri che non hanno avuto molta difficoltà ad imporre il loro gioco sugli undici di Zenga. Le motivazioni hanno sicuramente influito sull’atteggiamento delle due squadre, la Samp a caccia della salvezza certa, il Cagliari appagato da un campionato a doppia velocità che con la gara di oggi, può raccontare di una salvezza tranquilla e niente più. Dopo una partenza aggressiva, la squadra di Zenga ha subito un goal su una distrazione difensiva, da quel momento la squadra ha rallentato i ritmi e la Sampdoria ha avuto vita facile, invertendo i dati statistici che la vedevano raramente in goal nel primo tempo. Nella ripresa, neanche la girandola di cambi ha prodotto situazioni di gioco migliore, anzi la Samp ha triplicato e si è resa pericolosa in altre occasioni. Per il Cagliari, c’è da segnalare una flessioni collettiva, la squadra non ha girato al meglio e giusto Nandez e Rog, hanno cercato di imporre un ritmo decente alla gara. Buone anche le prestazioni di Ragatzu e Carboni, che in un contesto di insufficienza collettiva, hanno portato a casa almeno la sufficienza per l’impegno profuso. Si è sentita molto la mancanza di Cigarini, Birsa non ha le stesse geometrie e la stessa visione della gara.
PREPARTITA
Pochi di noi avranno dimenticato la gara dell’andata, la zuccata di Cerri all’ultimo secondo e quel quattro a tre che non si scorda mai, l’ultima impresa del Cagliari che girava a mille, prima della serie negativa. Il Cagliari si presenta a Genova senza Luca Cigarini che per scelta tecnica non è tra i convocati, si vocifera di presunte tensioni con lo staff per problemi contrattuali, naturalmente nessuno conferma.
Zenga ritrova il Marassi e la squadra in cui ha militato venticinque anni fa, lo scontro con la Sampdoria è un po un revival di ex e ricordi, l’allenatore dei blucerchiati è Claudio Ranieri, uno che ha Cagliari ha lasciato un bellissimo ricordo, roba da brividi, per non parlare di Murru, Sardo verace, cresciuto nel Cagliari e oggi cursore sulla fascia sinistra doriana. Insomma tanti ricordi e tante emozioni legate al passato, per quanto riguarda il presente, la partita di oggi non aggiunge molte curiosità a questo strano campionato targato coronavirus, la Sampdoria cerca il tagliando per la salvezza certa, il Cagliari alla ricerca di una posizione prestigiosa in una classifica che quest’anno è stata una fisarmonica, dall’alto al basso repentinamente. Per l’occasione Zenga vara una formazione marcata quattro mori, con Carboni e Ragatzu dal primo minuto, per il resto Cragno in porta, Walukiewicz, Pisacane e Carboni sulla linea difensiva, Rog, Nandez, Birsa, Ionita e Lykogiannis a centrocampo, in attacco il duo inedito Ragatzu – Simeone. Ranieri risponde con Audero tra i pali, De Paoli, Yoshida. Colley e Augello in difesa, Linetty, Thorsby, Ekdal e Jankto a centrocampo, Gabbiadini e Bonazzoli in attacco. Arbita il Sig. Luca Pairetto di Nichelino.
LA GARA
La partita inizia con le squadre aggressive e determinate, scambi veloci e pressing, dopo 5’ Lykogiannis effettua un cross dalla sinistra e Audero si esibisce in una difficoltosa presa in due tempi. Al 7’ Sampdoria in vantaggio, Gabbiadini insacca di testa dall’area piccola. Il Cagliari non ci sta e cerca subito il pareggio, al 16, primo giallo della partita a farne le spese è Ionita. Le squadre si allungano ed i capovolgimenti si fronte sono inevitabili, al 26’ Linetty a calciare al volo dal limite con palla di poco fuori, al 28’ è Nandez a fare la stessa cosa, sinistro al volo dal limite dell’area, para Audero. Al 40’ la Samp raddoppia, Ionita perde banalmente una palla a centrocampo…

L'articolo La Samp di Ranieri travolge il Cagliari: Zenga dice addio all’Europa proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.