Alessandro tornava dal carcere minorile, doveva girare anche un video con il suo gruppo. Poi purtroppo la tragedia. A Radio Casteddu parla la mamma Fabiana Eriu: “Un dramma assolutamente, oggi ho sentito la necessità di parlare in prima persona di Alessandro perché ho letto delle notizie un po’ fuorvianti. Alessandro è caduto accidentalmente per entrare in un appartamento di un’amica. È stato un gesto sicuramente scoscienziato e poi è successo quello che è successo: ha perso l’equilibrio e ha perso la vita sul colpo.
Noi abbiamo abitato per un periodo in quel palazzo ma da qualche mese non abitavamo più lì e non proveniamo da lì. Noi abitiamo a Pirri e Alessandro è nato li.
Solo qualche anno fa abbiamo preso una casa popolare dove Alessandro, poi, è cresciuto.
Alessandro non è solo un ragazzino che era in permesso da Quartucciu, aveva solo qualche precedente penale, ed era un ragazzo che ha meritato il permesso per il percorso di riabilitazione. Stava prendendo delle soddisfazioni, faceva anche i corsi di pavimentista e pizzaiolo. Io in questi giorni mi sono resa conto che Alessandro era molto amato da tutti e ha lasciato il segno nella vita di tutte le persone dove è passato. Ho scoperto che aveva tantissimi amici che gli vogliono bene e ieri è stato celebrato con una sorta di fiaccolata, gli hanno fatto un murales e hanno sentito la necessità di ricordarlo in maniera indelebile, in modo da non dimenticarlo mai e questo mi riempie di gioia.
Era una testa a calda, ha fatto dei danni, però era un bambino e poi un ragazzo che sapeva amare moltissimo le persone, andava pazzo per i bambini e aveva solo bisogno di essere ascoltato.
Sono arrivati messaggi di cordoglio da tantissimi amici, ha lavorato anche in Germania e aveva tanta voglia di vivere ma, purtroppo, è andata com’è andata. Si è arrampicato con le sue mani e le sue gambe ed è caduto”.
Domani si svolgeranno i funerali del giovane, “i suoi amici hanno l’intenzione di riunirsi e dare l’ultimo saluto ad Alessandro con tutto il calore possibile.
Alessandro non veniva dalla strada: lui usciva da casa e andava in strada”.

Risentite qui l’intervista del direttore Jacopo Norfo e di Paolo Rapeanu
https://www.facebook.com/castedduonline/videos/542046470534492/
e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDU
https://play.google.com/store/apps/details?id=com.newradio.radiocastedduonline

L'articolo La mamma di Sandrino Carcassi: “Lo amavano in tanti, sognava una vita migliore. Una tragica fatalità” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.