Un sorriso, e un selfie scattato dal letto dell’ospedale, dove mostra tutta la sua grinta e la voglia di tornare, quanto prima, alla normalità. Gaia Andreuccetti, una delle due diciannovenni travolte da un’auto in viale Marconi a Cagliari poco prima dell’alba di sabato scorso, manda il primo messaggio pubblico dopo il ricovero al Policlinico di Monserrato. A sei giorni di distanza dall’investimento, la giovane di Selargius si è concessa una cena speciale, offerta da un locale cagliaritano e ha affidato a Facebook un saluto a tutti quelli che, col pensiero e le preghiere, le sono stati vicini: “Ciao a tutti, mi sono risvegliata e piano piano mi sto riprendendo, scusate se non riesco a rispondere a tutti ma siete tanti. Grazie mille a tutti mi siete stati vicini e avete pregato per me e tutto quanto”, scrive Gaia, prima di piazzare una smile e quattro cuoricini. Le sue condizioni, ora dopo ora, stanno migliorando sempre di più.“Nelle prossime ore, se tutto andrà bene, sarà trasferita di reparto e lascerà la Terapia intensiva”, spiega a Casteddu Online la legale della famiglia, Loredana Laconi. Che, qualche ora fa, ha presentato una denuncia alle Forze dell’ordine per un fatto gravissimo: “Sulle chat di WhatsApp sta girando una foto, agghiacciante, dove si vede Gaia subito dopo l’incidente. Tutto ciò è vergognoso, speriamo che le indagini portino all’individuazione di chi ha fatto girare quell’immagine. Ora, comunque, la priorità rimane la salute di Gaia e della sua amica, Giulia. Speriamo molto presto di poter avere buone notizie anche da lei”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.