La grande solidarietà dei sardi: da tutta l’isola, decine di volontari sono partiti per raggiungere Bitti e i suoi abitanti per donare fondamentale supporto a tutta la comunità.  Sono drammatiche le immagini che giungono dal piccolo centro della Barbagia travolto dal ciclone che ha provocato morte e distruzione.  La macchina dei soccorsi si è messa subito in marcia per raggiungere il paese devastato, sepolto, soprattutto nella zona del centro storico, da diversi metri di fango e detriti.Nella serata di ieri un mezzo con a bordo un equipaggio della Croce Rossa Italiana Comitato di Bosa, su richiesta della Sala Operativa Regionale C.R.I., è partito alla volta di Bitti per aiutare a fronteggiare l’emergenza. Nel mezzo, brandine e coperte per un punto di accoglienza per le persone che non sono potute rientrare nelle proprie abitazioni.Anche Sinnai porta il proprio supporto alla comunità bittese. Vab Sinnai, unita alla colonna Vab Sardegna e alle altre associazioni regionali sono partite questa mattina. Tra queste, anche MA.SI.SE Protezione Civile che si sono messi in viaggio alle 5 con tre squadre, mezzi e attrezzature, coordinati dalla Direzione Generale della Protezione Civile Regionale. Presenti sul luogo del disastro anche i volontari di SOS Quartu e due squadre dell’Orsa di San Sperate.Solidarietà da parte di tutti i sindaci della Sardegna che si stringono al dolore del primo cittadino di Bitti Giuseppe Ciccolini. “Sono senza parole, ferita, scossa dalla furia delle acque, resa orfana di 3 cittadini. Un vero disastro e ci uniamo alla sofferenza e al loro cordoglio” comunica il sindaco di Galtellì, altro centro gravemente colpito dalla furia dell’acqua. Oggi “nonostante tutto, una nostra squadra di protezione civile, si muoverà per dare loro aiuto”. Con la perturbazione in allontanamento si avrà modo di valutare gli eventuali danni al territorio. “Ma questo è il male minore, di fronte alla scomparsa di vite umane”.Anche i cittadini privati offrono aiuti e intraprendono iniziative lodevoli: a Gairo Sant’Elena un cittadino, titolare di una ditta si rende disponibile gratuitamente con mezzi meccanici e manuali “a dare una mano a fronteggiare l’emergenza, non si parte di spontanea volontà per non creare caos”. Il sindaco di Gairo, Sergio Lorrai, ringrazia in particolar modo il suo concittadino.“La nostra comunità lo è, solidale ed altruista.  Per quanto possibile e se utile siamo a disposizione, come Gairesi, ad aiutare una comunità colpita nel profondo del cuore. Chi volesse e potesse aderire, se servisse aiuto, potrà farlo.  Ringrazio il nostro compaesano che, volontariamente ed in autonomia, ha compiuto questo nobile gesto”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.