Folla nella Cattedrale di Cagliari per il funerale di Luigi De Magistris, il cardinale morto ieri all’età di novantacinque anni. In tanti hanno voluto salutare per l’ultima volta “don Luigi”: il funerale è stato celebrato dall’arcivescovo Giuseppe Baturi e, tra i banchi, c’erano le massime autorità politiche e religiose regionali. Presenti, tra gli altri, l’assessora regionale della Programmazione Alessandra Zedda e il sindaco di Cagliari Paolo Truzzu. Una messa molto partecipata e lunga, durata quasi un’ora e mezzo. Una vita tutta all’insegna della fede e della chiesa, quella vissuta da Luigi De Magistris. Il fratello Paolo è stato per due volte sindaco di Cagliari e, in seguito, consigliere regionale. Nato a Cagliari nel 1926, Luigi De Magistris si è laureato in filosofia presso l’Università di Cagliari. Ha svolto la formazione seminaristica presso il seminario romano ed è stato ordinato sacerdote dall’arcivescovo Paolo Botto nella cattedrale di Cagliari il 12 aprile 1952. Ha svolto buona parte del suo ministero a servizio della Santa Sede.Eletto vescovo da San Giovanni Paolo II il 6 marzo del 1996, è stato consacrato il 28 aprile dello stesso anno dal Cardinale Giovanni Canestri presso la chiesa di Sant’Anna in Cagliari. Il 22 novembre 2001 divenne pro penitenziere maggiore, incarico a cui rinuncio per limiti di età il 4 ottobre 2004. Rientrato definitivamente a Cagliari nel 2010, sino a pochi anni fa ha svolto il ministero di confessore presso la Cattedrale. All’Angelus del 4 febbraio 2015 Papa Francesco ha annunciato la sua creazione a cardinale nel successivo concistoro del 14 febbraio. Tre giorni dopo ha preso possesso della diaconia dei Santissimi Nomi di Gesù e Maria in via Lata.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.