Lo ha annunciato il ministro degli Esteri Abbas Araghchi

(ANSA) - TEHERAN, 13 APR - L'Iran ha avviato l'arricchimento dell'uranio al 60% nell'impianto nucleare di Natanz: lo ha annunciato il vice ministro degli Esteri Abbas Araghchi.

Araghchi ha detto di avere comunicato la decisione iraniana in una lettera inviata all'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea). Il vice ministro è arrivato poche ore fa a Vienna per partecipare ad una nuova riunione del comitato congiunto dell'accordo sul nucleare del 2015, che comprende Gran Bretagna, Francia, Germania, Russia e Cina e che sta discutendo sulla possibilità di un rientro degli Usa nell'intesa, da cui l'amministrazione dell'allora presidente Donald Trump è uscita nel 2018.

Sabato l'Iran aveva annunciato di avere avviato una nuova catena di centrifughe 164 IR-6 nell'impianto di Natanz per l'arricchimento dell'uranio e di avere cominciato a sperimentare le centrifughe IR-9 che dovrebbero arricchire l'uranio 50 volte più velocemente di quelle di prima generazione. Il giorno dopo un incidente, che Teheran ha attribuito ad una piccola esplosione provocata da un "sabotaggio" di Israele, ha parzialmente danneggiato l'impianto. (ANSA).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.