Lo aspetta da quindici mesi, da quella “maledetta” sera di ottobre 2019 quando, di lui, si sono perse tutte le tracce. Cristian Farris, 28 anni, è un fantasma da ormai quindici mesi. Le ricerche, sinora, sono state vane. Il suo furgone era stato ritrovato bruciato nelle campagne, dentro c’era anche il suo smartphone. Nei giorni successivi alla sua sparizione, Farris era stato cercato, purtroppo senza nessun esito, anche a Cagliari. La madre, Giulia Sulis, lancia un nuovo appello insieme al suo avvocato, Gianfranco Piscitelli: “Tra poco, il prossimo sei marzo, sarà il suo compleanno. Vorrei tanto poter riabbracciare il mio Cristian. E sapere la verità, anche se è brutta, per avere almeno un posto dove poterlo piangere e portargli qualche fiore”.“Le indagini proseguono”, spiega Piscitelli, avvocato di Penelope Onlus. “Anche per Cristian Farris vogliamo e cerchiamo la verità vera. C’è una famiglia che ha il diritto di sapere, a quindici mesi di distanza, che fine ha fatto il loro figlio”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.