Cagliari

Continua purtroppo l’abbandono di buste e spazzatura da parte di ignoti

Prosegue la rimozione dei rifiuti abbandonati lungo le strade della Sardegna. L’Anas ha appena concluso lo smaltimento di 13 tonnellate di rifiuti indifferenziati, compresi rifiuti speciali, presenti a bordo strada e lungo le piazzole di sosta. Le operazioni hanno riguardato circa 35 km del tratto sud della strada statale 131 “Carlo Felice”.

“Diversi interventi sono stati attivati, anche grazie alla segnalazione delle forze dell’ordine, sulle strade statali della Sardegna interessate dal fenomeno al fine di prevenire pericoli per la viabilità, l’ambiente e la salute pubblica e contrastare situazioni di degrado”, fa sapere l’Anas.

L’azienda ricorda di essere “da sempre orientata al mantenimento del decoro lungo le strade di propria competenza e svolge di frequente interventi di pulizia con mezzi e fondi propri”.

“L’incessante nonché illegale abbandono di rifiuti solidi urbani lungo le strade”, conclude l’Anas, “rende però questa attività sempre più difficoltosa e dispendiosa, assumendo particolare rilevanza durante il periodo estivo”.

Giovedì, 24 febbraio 2022

 

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.