Italia, ecco il piano per riaprire dopo il 20 aprile: prima i ristoranti a pranzo, poi cinema e palestre. I vaccini in campo nazionale stanno iniziando a fare calare i contagi, nelle Regioni che avranno dati da zona gialla si pensa al piano delle riaperture: a cominciare dai ristoranti a pranzo, per poi passare a cinema e teatri e alle palestre, forse con allenamenti individuali per cominciare. Il monitoraggio, secondo quanti riferisce oggi il Corriere della Sera, sarà effettuato intorno al 16 aprile: lì il governo Draghi verificherà le condizioni per la ripartenza a seconda dei dati e dei numeri dei contagi.

La Sardegna però a causa della zona rossa rischia di essere l’ultima a ripartire: la situazione sta migliorando in Lombardia, Veneto, Friuli, Piemonte e in altre regioni che sono state in assoluto le più colpite dal virus. Come anche Lazio, Abruzzo, Liguria, Molise. Il passaggio fondamentale sarà però quello dei vaccini, per questo la Sardegna deve accelerare la campagna di vaccinazione, e infatti sta cominciando a farlo scalando le posizioni. Per quanto riguarda le palestre, il protocollo sarebbe stato stabilito: non sono esclusi neanche allenamenti di gruppo ma con distanziamenti ben definiti tra gli atleti. I ristoranti partiranno per primi a pranzo, in particolare quelli che hanno spazi coi tavolini all’aperto. Subito dopo i bar e, si spera, anche i cinema e i teatri. Virus e vaccini permettendo, potrebbe essere l’ultimo mese di sofferenza: a maggio se i dati caleranno sarà presa in considerazione anche la possibilità di allentare il coprifuoco.

L'articolo Italia, ecco il piano per riaprire dopo il 20 aprile: prima i ristoranti a pranzo, poi cinema e palestre proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.