Ha solo 21 anni ma le idee già ben chiare, Matteo Tegas. Cagliaritano doc, studi scientifici, fa già l’addestratore cinofilo. Il suo obbiettivo? Diventare un servitore dello Stato: ” voglio entrare nelle forze dell’ordine mi sto già dando da fare”, spiega, mentre dal sedile del passeggero dell’ambulanza della misericordia di San Giuseppe di Pirri si abbassa di pochi centimetri la mascherina che gli protegge naso e bocca. Piccooma fondamentale particolare: il mezzo non si trova nella zona di Barracca Manna ma vicinissimo a Bergamo, in quella Lombardia afflitta ancora troppo, purtroppo, dal Coronavirus: ” sono voluto venire fin qui per aiutare gli altri rendermi utile in questa situazione davvero catastrofica Prima di ogni intervento devo indossare tre paia di mascherine e due paia di guanti, attaccandoli saldamente ai polsi con dello scotch, in modo che non passi nemmeno un filo d’aria. Certo, anche nel mio caso il timore c’è sempre, ma siamo ben equipaggiati. I volti di tutte le persone sono tristi, sperano di poter uscire al più presto dall’incubo del virus”, racconta Tegas. “A Cagliari mi aspettano la mia fidanzata e i miei genitori. Sono riuscita a mettermi in contatto con loro ogni giorno e hanno apprezzato la mia scelta di partire per fare il volontario del 118 in Lombardia sin dal primo momento”. Il giovane è molto sicuro del fatto suo: “Sto per concludere un’esperienza che mi ha arricchito molto, sia dal punto di vista umano sia dal punto di vista pratico”. Insomma, il massimo per chi aspira “a indossare una divisa per servire il proprio Paese”.

Fonte: Casteddu On Line

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.