Storie di cagliaritani che non se la passano bene e che sono quasi alla fame, in un periodo di forte crisi e di prezzi alle stelle. Nicola Etzi ha 34 anni, vive in una casa popolare di Pirri e l’affitto mensile di undici euro, dal “basso” dei trecento euro al mese sui quali dice di poter contare, sono già un’enormità: “Sono invalido dal 2014. Obesità di terzo grado, diabete e una cardiopatia moderata, ecco i mali contro i quali lotto ogni giorno. Dal 2017 avevo il 100% di disabilità, a gennaio ho fatto la revisione dai medici e per loro sono migliorato”. Risultato? “Percentuale abbassata all’88%, addio a 650 euro al mese. Prima o poi mi manderanno la lettera con la quale mi chiederanno indietro i soldi, e il reddito di cittadinanza mi è stato bloccato. Nessuno può aiutarmi, a livello familiare”, spiega. “Ho fatto ricorso contro la decisione dei medici, mi aiuta l’associazione Anmic”, che tutela i mutilati e invalidi civili, “tra qualche mese dovrò fare una nuova visita, stavolta al tribunale del malato, ma prima di 14 mesi non ci saranno novità. Non posso più comprare niente, nemmeno un paio di scarpe. Per il cibo mi aiuta un’associazione di volontariato, una volta alla settimana mi danno la spesa. Ho bloccato l’acquisto degli integratori, 4 volte al giorno devo farmi l’insulina e una scatola di pastiglie di Omega 3 costa 25 euro, non posso più permettermela”.Il giovane è dolorante, sia a livello fisico che psicologico: “Il reddito di cittadinanza mi è stato bloccato, non so perchè. Forse lo riavrò da metà aprile, ma solo per altri due mesi”. E poi? “E poi non so cosa farò. L’ultima bolletta dell’acqua è stata di 75 euro, per fortuna che ho un bonus speciale per quella della luce”, sospira.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.