(ANSA) - CAGLIARI, 12 AGO - Sassari e Olbia-Tempio nella top ten dei rincari su cibo e bevande analcoliche. Sassari è addirittura la quarta città in Italia che ha registrato i maggiori aumenti: +569 euro con un incremento del 12,4 per cento. Olbia-Tempio è nona a livello nazionale con un +11,4.
    Mentre Cagliari non sorride: è trentaquattresima in graduatoria, ma deve fare i conti con una crescita delle spese del 10,1 per cento.
    Sono i dati che emergono dalla classifica dell'Unione Nazionale Consumatori delle città con i maggiori rincari annui.
    Va considerato, poi, che le somme in euro si riferiscono a una famiglia media. La situazione per i nuclei più numerosi è decisamente peggiore. Per l'Italia si passa dalla media di 564 euro, a 769 euro per una coppia con 2 figli, 919 euro per le coppie con 3 o più figli. Analoga progressione vale anche per le singole città.
    Per energia elettrica, gas e altri combustibili, voce che include gas, luce (mercato tutelato e libero), gasolio per riscaldamento e combustibili solidi, in Italia il rincaro a luglio è stato del 59,2%. In Sardegna Olbia Tempio, al 25esimo posto, supera la media nazionale arrivando al 61,9 per cento.
    Cagliari, cinquantesima, si ferma al 56,4 per cento. Mentre Sassari registra un incremento del 54,7 per cento. In generale a livello nazionale si registra un rincaro a famiglia pari in media a 798 euro su base annua, in alcune città si è avuto addirittura un raddoppio rispetto allo scorso anno. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Fonte: Ansa Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.