Simaxis, il sindaco scrive ad Anas e Ministero dei Trasporti: “Via l’incrocio a raso sulla statale 388”
Obinu chiede la messa in sicurezza dell’arteria stradale e la realizzazione urgente di una rotatoria

Il sindaco  di Simaxis Giacomo Obinu, chiede la messa in sicurezza della statale 338, con l’eliminazione dell’incrocio a raso tra Simaxis, Solarussa e Palmas Arborea e la realizzazione di una rotatoria. Il sindaco  ha scritto una lettera indirizzata all’Anas, al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e agli uffici di questura, prefettura e provincia, dopo il drammatico incidente che venerdì sera è costato la vita a un poliziotto. L’iniziativa fa il paio con quella assunta dal  sindaco di Solarussa Mario Tendas,  che ha sollecitato almeno l’immediato posizionamento di un semaforo.

“Chiedo la programmazione e la realizzazione con celerità di una rotatoria in sostituzione della pericolosa intersezione a raso”, scrive il sindaco Simaxis. “Capisco bene che i sinistri possono capitare e sono nell’ordinarietà della circolazione stradale, ma se le istituzioni si accorgono che in un determinato punto la ciclicità degli eventi è più frequente, e questo è il caso, allora vuol dire che lì bisogna intervenire per evitare o quantomeno cercare di porre rimedio ed eliminare la causa di tutti questi incidenti mortali”.

Dal sindaco Obinu arriva inoltre la disponibilità a promuovere iniziative, tavoli tecnici e conferenze di servizio per superare le eventuali problematiche.

Lunedì, 10 agosto 2020

L'articolo Incrocio della morte, il sindaco di Simaxis scrive ad Anas e Ministero: “Serve una rotonda” sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.