Uta

Incursione ieri notte alla media “Porrino” di Uta: i carabinieri hanno trovato gli autori in poche ore

Tre ragazzini sono finiti nei guai per un’incursione notturna nella scuola media “Ennio Porrino” di Uta: sono accusati non solo di aver rubato quattro personal computer ma anche di aver causato un incendio nell’infermeria della palestra.

Alcuni indizi hanno permesso ai carabinieri della stazione di Uta di identificare molto rapidamente i responsabili, che frequentavano la stessa scuola.

Portati in caserma intorno alle 2 di stamane e interrogati, i ragazzi sono stati poi riaffidati alle famiglie, in attesa dell’udienza di fronte alla giustizia minorile.

La refurtiva è stata interamente recuperata e riconsegnata al personale scolastico.

L’incursione è avvenuta poco dopo le 22 di ieri notte. Dopo l’incendio, la scuola di via Regina Margherita è praticamente inagibile: le fiamme hanno causato seri danni agli arredi dell’infermeria e la fuliggine ha annerito le pareti delle aule.

Lunedì, 20 dicembre 2021

Grazie per aver letto questo articolo. Se vuoi commentarlo, accedi al sito o registrati qui sotto. Se, invece, vuoi inviarci un’informazione, una segnalazione, una foto o un video, puoi utilizzare il numero Whatsapp 331 480 03 92, o l’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.