Cosparso di liquido infiammabile. Per Cc, ogni pista aperta

(ANSA) - ROMA, 14 MAR - Incendiato il portone d'ingresso dell'Istituto superiore di Sanità a Roma. Secondo quanto si è appreso, in serata è stato cosparso di liquido infiammabile e incendiato. I responsabili si sono dati alla fuga. Il portone è stato danneggiato dalle fiamme e il fumo ha invaso l'atrio dell'istituto. I custodi sono intervenuti e hanno dato l'allarme. Alcuni dipendenti aveva da poco lasciato l'Istituto.

Al vaglio dei carabinieri, che si occupano delle indagini, le immagini delle telecamere della strade attorno all'Istituto superiore di sanità che potrebbero avere ripreso chi ha dato fuoco al portone di ingresso. Al momento gli investigatori non escludono nessuna pista, dal gesto di un folle ad un atto dimostrativo. A spegnere le fiamme con un estintore in dotazione all'auto di servizio una pattuglia dei carabinieri. Ancora in corso i rilievi del Nucleo Investigativo che faranno un'informativa per la Procura. I danni non sarebbero ingenti. Il presidente dell'Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro, assieme al direttore Andrea Piccioli, in una comunicazione interna ai dipendenti sull'incendio al portone del palazzo di viale Regina Elena raccomanda di alzare il livello di attenzione. "Oltre ai sistemi di sorveglianza ed allerta già in essere - si legge nella comunicazione - raccomandiamo a tutti massima attenzione e vigilanza" . (ANSA).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.