A darne notizia sono gli operatori della clinica veterinaria Duemari che, sin da subito, si sono uniti a tanti altri colleghi per curare gli animali rinvenuti feriti.“Questa è la icona della nostra Terra ora. E questa è la cerbiatta – si legge nella pagina facebook – che abbiamo ricoverato ieri da Santulussurgiu. In piedi, ma con le zampe carbonizzate . Come la nostra gente. Non sappiamo se questo miracolo divino potrà riprendersi, le sue lesioni sono drammatiche. E’ stata ritrovata accanto al corpo della madre carbonizzata che non è riuscita a sopravvivere e lei era lì. Recuperata da un gruppo di cacciatori che stanno battendo la montagna palmo a palmo alla ricerca di selvatici feriti è stata chiamata da loro Lussurzesa. E così la battezzeremo anche noi. Cosa devono aver visto e pianto questi occhi. Non sappiamo se potrà sopravvivere, se accetterà il biberon, se se se. Ma combatteremo”.Cani, gatti, bovini, ovini, cavalli, uccelli, volpi: in questi giorni sono tante le immagini rese pubbliche che raccontano il dramma che ha investito anche gli animali presenti nei territori incendiati.I sopravvissuti sono in bilico tra la vita e la morte nonostante le amorevoli cure dei veterinari, che tra atroci sofferenze lottano tutti i giorni. Come il cane Angelo, il “grande eroe” che non ha abbandonato il suo gregge: le foto delle sue zampe e del muso ustionato hanno fatto il giro del mondo.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.