“Incarichi e poltrone? Più urgente discutere di vaccini e aiuti”
I gruppi di minoranza in Consiglio regionale chiedono l’accantonamento del disegno di legge 107

Dai banchi della minoranza in Consiglio regionale parte un invito: “Sospendere la discussione sul disegno di legge 107 e concentrarsi sulla situazione sanitaria in Sardegna”. Questione di priorità, perché “i dati giornalieri sulla diffusione del virus, la situazione degli ospedali di nuovo sotto pressione, l’organizzazione della campagna vaccinale, i tracciamenti saltati” sono temi più urgenti si si vuole “fare in modo che la Sardegna riesca ad affrontare la terza ondata della pandemia”.

I consiglieri di minoranza componenti nella Commissione Sanità – Francesco Agus (Progressisti), Rossella Pinna e Gianfranco Ganau (Pd), Eugenio Lai (Leu) e Michele Ciusa (M5S) – hanno chiesto una “convocazione urgente della commissione VI con l’audizione dell’assessore della Sanità e del commissario straordinario dell’ATS Sardegna sulle gravissime problematiche della sanità sarda, acuite dall’aumento esponenziale dei contagi da covid-19 determinato dalla terza ondata della pandemia”.

“Proprio sulla capacità nel nostro sistema sanitario di affrontare l’aumento di ricoveri esprimiamo tutta la nostra forte preoccupazione», scrivono i consiglieri nella richiesta al presidente della commissione, Domenico Gallus, «perché i ricoveri dei pazienti covid-positivi che necessitano di cure dedicate stanno aumentando drasticamente, i posti letto disponibili in terapia intensiva si stanno rapidamente esaurendo ed è forte, oggi, il rischio di superare il limite di allarme del 30 per cento stabilito dagli indirizzi nazionali”.

Francesco Agus

Secondo i consiglieri di minoranza, “lo scenario di rischio epidemiologico attuale, che ha portato la nostra isola a essere classificata come regione in “zona rossa”, viene ulteriormente aggravato dalla stato di attuazione del piano vaccinale regionale, che vede ancora un alto numeri di soggetti over 80 e pazienti fragili privi di copertura vaccinale e, pertanto, particolarmente esposti al virus che si diffonde nelle nostre comunità”.

Un appello analogo arriva dal consigliere di LeU Daniele Cocco: ritirare immediatamente il disegno di legge 107 e destinare invece quelle risorse a “famiglie, imprese e persone che a causa della pandemia – e non solo – vivono in una condizione di estrema difficoltà”. “Questa mattina riprende in Consiglio regionale la discussione per l’approvazione del DL 107, che il presidente Solinas vuole approvare a tutti i costi”, scrive Daniele Cocco. “Viene presentato dalla maggioranza come una riforma che dovrebbe dare un ‘nuovo impulso’ all’azione di governo regionale ma in realtà si tratta di un provvedimento confezionato ad arte per creare nuove poltrone. Parliamo di 60 nuovi incarichi negli Uffici della Presidenza e negli Uffici di Gabinetto degli Assessorati per una spesa totale di 6 milioni di euro all’anno, da individuare, rigorosamente senza concorso, con incarichi attribuiti su base ‘fiduciaria’, alla faccia di migliaia di giovani disoccupati sardi che passano il proprio tempo a studiare e a formarsi in attesa dei concorsi regionali”.

Daniele Cocco

Invece, secondo il rappresentante di LeU, “occorre portare immediatamente in aula una legge che preveda aiuti economici certi e immediati che consentano di superare le perdite causate delle chiusure della zona rossa: con 6 milioni di euro si potrebbero aiutare migliaia di sardi e acquistare centinaia di migliaia di dosi di vaccino. Il buon senso, quello che ci consiglia quando dobbiamo fare delle scelte importanti, impone che il DL 107 sullo staff del presidente sia immediatamente ritirato, quei 6 milioni di euro servono (e tanto) alle nostre comunità sull’orlo del baratro”. E per chiudere un invito ai colleghi della maggioranza: “riempite di contenuti il vostro slogan ‘prima i sardi’, date dignità al vostro ruolo!”.

Giovedì, 15 aprile 2021

L'articolo “Incarichi e poltrone? Più urgente discutere di vaccini e aiuti” sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.