Le strisce pedonali? Non ci sono, almeno nella fermata della metro. L’illuminazione? Non pervenuta. E i marciapiedi? Idem. Via Mercalli a Cagliari è diventata, a detta dei residenti, una strada pericolosa. Da quando è scattata la rivoluzione del viale Marconi a senso unico, tantissimi automobilisti tagliano per via Galvani e, poi, per la stessa via Mercalli. E gli abitanti protestano. Giangiacomo Meloni è padre di un bibmo piccolo: “Volevo segnalare la mancanza di strisce pedonali nella fermata della metro di via Mercalli che, combinata con la totale assenza di illuminazione e di marciapiedi, senza dimenticare la lungimiranza dell’amministrazione comunale che ha deciso dall’oggi al domani di deviare gran parte del traffico verso Quartu sulla via Mercalli, trasforma l’attraversamento con la carrozzina dei bambini, due, in un terno al lotto”, racconta l’uomo, che ha mandato una email alla nostra redazione.“Attraversare per tornare a casa o per uscire la mattina è un rischio, lo facciamo tra le auto che sfrecciano. E non ci sono nemmeno i marciapiedi: quand’è che il Comune si degnerà di intervenire?”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.