Il grande telescopio sarà inaugurato il 30 giugno a Selargius

CAGLIARI. Arriva in Sardegna Prisma, la telecamera che acchiappa i bolidi, le grandi meteore che spesso arrivano fin sulla Terra sotto forma di meteoriti. In occasione dell'Asteroid Day 2020, il 30 giugno, verrà inaugurata a Selargius, nella sede dell'INAF-Osservatorio Astronomico di Cagliari. La destinazione finale sarà il Sardinia Radio Telescope a San Basilio e farà parte di una rete internazionale che sorveglia il cielo. Prisma è l'acronimo di Prima Rete per la Sorveglianza sistematica di Meteore e Atmosfera". Il progetto scientifico dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) coordinato dall'INAF di Torino, prevede l'installazione in tutta Italia di una rete di telecamere identiche - una sorta di mini-cupola trasparente che protegge un obiettivo ultra grandangolare - con lo scopo di monitorare costantemente il cielo sia diurno che notturno, 24 ore su 24 in cerca di "meteore brillanti".

"Il Campus della Scienza e della Tecnica che ci è stato messo a disposizione dal Comune di Selargius per la nuova sede nel 2013, sta diventando sempre più un avamposto della frontiera delle nuove tecnologie- commenta il direttore dell'INAF di Cagliari, Emilio Molinari- Con questo passo avanti il Campus si collega anche con la citizen science, come è avvenuto la scorsa estate in occasione de bolide che, il 16 agosto del 2019, ha attraversato l'atmosfera sopra la Sardegna e molti cittadini hanno contribuito con le loro osservazioni a stabilirne la vera traiettoria. In quell'occasione nessuna telecamera PRISMA, almeno di quelle italiane, riuscì a vederlo, adesso abbiamo aperto un occhio in più".

Il nuovo strumento, già pronto per l'uso, verrà inaugurato il 30 giugno, proprio a ridosso dell'Asteroid Day, la giornata mondiale degli asteroidi ideata dal fisico e rockstar Brian May il 30 giugno 2014 in occasione del 106esimo anniversario dell'impatto, ancora oggi non del tutto chiarito, di Tunguska, in Siberia: milioni di alberi furono abbattuti "a raggiera" per l'esplosione di un meteoroide che probabilmente non toccò mai il suolo.

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.