La Golf in fuga è stata bloccata da un'altra pattuglia: in 4 finiscono in manette

CAGLIARI. Inseguimento da parte dei carabinieri intorno alle 21 fra via Roma e Largo Carlo Felice di una Golf bianca con quattro persone a bordo che poi è stata costretta a fermarsi da un'altra pattuglia del Radiomobile che le ha sbarrato la strada all'altezza della Banca d'Italia. C'è stato uno scontro frontale fra la "gazzella" e l'auto in fuga , con un carabiniere leggermente ferito. I quattro della Golf sono stati ammanettati e portati in caserma con l'apporto della polizia locale.

L'inseguimento è iniziato nel viale Buoncammino. I quattro alla vista di un posto di blocco hanno effettuato una manovra elusiva e sono scappati, inseguiti dai carabinieri. Sono transitati davanti all'ospedale San Giovanni di Dio e si sono diretti verso piazza Yenne e quindi il Largo Carlo Felice affollati di gente.

Davanti alla sede della Banca d'Italia, la Golf ha sbandato e ha invaso le corsie opposte dove stava sopraggiungendo un'altra auto dei carabinieri. Scontro frontale e i quattro dentro la Golf sono stati circondati armi in pugno da carabinieri e agenti della polizia municipale.

Sono usciti, per quanto contusi, dall'abitacolo e sono stati ammanettati e portati nella caserma del comando provinciale di via Nuoro. Dai controlli nell'abitacolo saltato fuori un borsello contenente tanti soldi e droga.

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.