Cabras

Il paese saluta con gratitudine la dottoressa Maria Luigia Fanari

È stata il medico storico della comunità di Cabras, dove ha lavorato per 38 lunghi anni: ora la dottoressa Maria Luigia Fanari (per molti Gegia) è andata in pensione.

Un fine carriera salutato in paese con tanti cari e affettuosi ricordi da parte dei numerosi pazienti che l’hanno avuta come medico, da quando nel 1983 ha aperto l’ambulatorio a Cabras.

Tra i primi a rivolgere al medico i doverosi e sentiti ringraziamenti il sindaco Andrea Abis: “Abbiamo fatto insieme a tutti i medici di Cabras un buon lavoro. Penso a come hai interpretato la missione del medico di famiglia e allo stato attuale della sanità sarda, e qualche preoccupazione in più avanza”, commenta il sindaco rivolgendosi alla dottoressa Fanari.

Abis descrive una professionista “sempre disponibile e pronta all’aiuto, con un’abnegazione che oggi non è facile trovare nelle persone”.

“Lo scorso anno, durante i giorni più cupi della pandemia, ha dato il massimo all’interno del Comitato medico locale, prodigandosi per la gestione delle quarantene e per accelerare le vaccinazioni”, continua il sindaco, augurando alla dottoressa Fanari “una buona pensione e il meritato riposo”.

Laureata nel 1978 all’Università di Cagliari, Maria Luigia Fanari ha conseguito la specializzazione in Neurologia nel 1985. Nei mesi scorsi è stata anche tra i medici di famiglia coinvolti nella campagna vaccinale al Palasport di Oristano.

Martedì, 16 novembre 2021

 

 

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.