A Santeramo in colle, sequestrati anche 10 kg di sigarette

(ANSA) - BARI, 04 FEB - Nascondevano nel garage di casa 28 chili di oppio essiccato e altri 10 chili di sigarette di contrabbando. A Santeramo in Colle (Bari) i carabinieri hanno arrestato un venditore ambulante di 52 anni, di origini indiane, e la sua convivente 37enne, infermiera professionale, per i reati di spaccio di sostanze stupefacenti e contrabbando di tabacchi lavorati esteri. L'uomo è finito in carcere e la donna agli arresti domiciliari.

I due insospettabili erano stati monitorati dai militari per alcuni atteggiamenti sospetti tenuti dall'uomo durante la sua normale attività di vendita di oggettistica. Per questo il 52enne è stato controllato e la sua casa è stata perquisita. Nel garage di pertinenza e nell'abitazione della coppia i carabinieri hanno trovato oppio essiccato per complessivi 28 chilogrammi, di cui ben 25 chili costituiti dai bulbi e infiorescenze della pianta e 3 chili della stessa sostanza già trasformata in polvere, confezionata in numerosi sacchetti pronti per essere immessi sul mercato. Sono stati rinvenuti anche 10 chilogrammi di tabacchi lavorati esteri, importati clandestinamente e privi dei sigilli di Monopolio, pronti anch'essi per la vendita. In casa c'era poi tutto l'occorrente per triturare, pesare e confezionare l'oppio, fra cui alcuni frullatori di uso domestico e 200 euro in contanti, ritenuti provento dell'attività illecita. (ANSA).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.