L'uomo è contitolare di un distributore di benzina sulla 131

SARDARA. Due etti di cocaina pronti per finire sul mercato dello spaccio nel Medio Campidano costano 2 anni e dieci mesi di pena (con sospensione condizionale), più 14mila euro di ammenda, ad Alberto Marras, di 37 anni di Sardara, uno dei titolari della stazione di servizio Q8 sulla statale 131 in direzione Sassari a due chilometri da Sardara. La pena è stata patteggiata.

La droga è stata trovata ieri sera 11 febbraio dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Villacidro in una casa in uso all’imprenditore, vecchia conoscenza dei militari per fatti di droga. Gli investigatori del Norm di Villacidro, diretti dal luogotenente Pasquale Laisa, seguendo un filone di indagini sullo spaccio di droga nel territorio, hanno effettuato ieri una perquisizione domiciliare mirata ad Alberto Marras, trovando cinque involucri in plastica trasparente, contenenti complessivi 211 grammi di cocaina, un bilancino di precisione recante evidenti tracce dello stupefacente, altro materiale per il confezionamento e la somma di 360 euro in banconote di vario taglio, verosimile provento di attività di spaccio.

Il trentasettenne è stato arrestato e questa mattina sottoposto a processo, con relativa condanna. Dopo la sentenza è stato rimesso in libertà.(l.on)

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.