In corso di accertamento le cause dell'incendio

CAGLIARI. Immenso rogo in due capannoni commerciali in viale Elmas, di proprietà della ditta Asia Trading, specializzata in articoli per la cucina. Le fiamme hanno interessato in parte anche il materiale e la merce presente nelle due strutture. I vigili del fuoco del comando provinciale di viale Marconi hanno dovuto lavorare con difficoltà per combattere il rogo a causa del forte vento di maestrale e perché dentro uno dei capannoni, uno in muratura e l’altro prefabbricato, era presente merce infiammabile.

Impressionante rogo alle porte di Elmas, distrutti due capannoni industrialifoto da Quotidiani localiQuotidiani locali

L’incendio è divampato per cause ancora in corso di accertamento poco prima delle 13 e subito dopo una gigantesca nube nera si è alzata per qualche centinaia di metri, ben visibile da tutta la città e hinterland. Durante l’intervento dei pompieri è crollata parte della copertura del capannone in muratura, senza coinvolgere persone. Viale Elmas è stato chiuso al traffico automobilistico dalle pattuglie di carabinieri intervenute sul posto.

image MARIO ROSAS -4.jpg

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.