Una rete del bomber al 90’ sancisce il pari degli alabardati colpiti da Belcastro e rimasti in dieci per l’espulsione di Ligi

TRIESTE. Questa volta l’Unione deve ringraziare il suo Re Mida del gol, alias Gianluca Litteri che con una zampata in zona Cesarini ha evitato la quinta sconfitta agli alabardati. Un ko che in questa occasione non avrebbe avuto il volto della beffa come successo in altre circostanze. Perché lo schieramento di Parlato con un centrocampo denso (il solo Barbuti davanti con Pasquato alle spalle) ha tolto ossigeno alla manovra alabardata. Il gol balordo preso e l’espulsione di Ligi erano gli ingredienti giusti per un capitombolo. Ma la reazione finale alabardata, con tre attaccanti lanciati da Bucchi nell’agone, è stata premiata. Ed è il volto migliore del pomeriggio di ieri al Rocco. Un aspetto che comunque ha strappato gli applausi finali degli ormai soliti encomiabili milleduecento presenti.

LA FATICA

È vero che Bucchi ha gli attaccanti fuori condizione (oltre a De Luca squalificato) ma con un centrocampo a cinque contro un avversario tutto dietro la linea della palla la squadra ha creato troppo poco. Il Trento disposto molto bene e pronto a rilanciare con Pasquato non ha dato respiro alla manovra dei centrocampisti di casa. E con una Triestina sotto ritmo i trentini hanno ben giostrato pensando prima a spezzare (senza barricate) che a costruire.

IL CARATTERE

Che la Triestina avesse cuore lo si sapeva. E questo piace ai tifosi ma non basta per vincere le partite. In inferiorità numerica i ragazzi hanno avuto la capacità di gettarsi in avanti. In un finale palpitante il salvataggio sulla linea di porta di Crimi al 40’ è stato decisivo anche più della marcatura di Litteri. Senza una maggiore verve nella fase offensiva sarà comunque difficile venire a capo di fronte a squadre ben organizzate.

IN STAND BY

In partenza Bucchi si affida ai soliti uomini con Trotta che rileva lo squalificato De Luca. Il match non decolla pur con l’Unione a fare il match. Dopo un sospetto fallo da penalty su Pasquato, proprio Trotta, che non partiva titolare da Sesto San Giovanni, dà prova delle sue capacità con una girata ben intercettata da Chiesa. L’Unione insiste a sinistra con il tandem Galazzi-Procaccio ma non sfonda. Il pallone nell’area del Trento arriva al 30’ su traversone di Rapisarda non raccolto mentre al 45’ è proprio l’esterno destro a scagliare alta una palla che bastava appoggiare in rete. Con l’occasione più ghiotta arriva il duplice fischio.

LO SVANTAGGIO

L’ingresso dopo l’intervallo è promettente. Per cinque minuti Barbuti e soci non mettono il naso fuori dalla loro area. Ma alla prima sortita il Trento segna: Lopez interviene non poca forza, Offredi tentenna nell’uscita e Belcastro lo infila con un pallonetto.

LA REAZIONE

Un brutto guaio per Bucchi anche se la Triestina non barcolla, anzi. Il tecnico toglie Procaccio per Sarno costruendo un tridente d’attacco. Il Trento subisce la mossa anche perché il piccolo giocoliere è ispirato. Al 21’ su un buon assist del partenopeo Crimi calcia alto. Entra Litteri per Trotta. Eppure al 31’ arriva la seconda doccia fredda. Pattarello, appena entrata, si invola a destra e Ligi lo stende da ultimo uomo. Espulsione inevitabile.

Tre cambi con l’ingresso di Capela, Natalucci e Lopez per mantenere il tridente. Crimi si supera per salvare sulla linea di porta e poi arriva il gol del pari. Giorico lavora la palla a destra e Litteri è un fulmine a metterla dentro. Finisce così senza gloria ma anche senza una pesante e inattesa sconfitta interna.

TRIESTINA 1

TRENTO 1

Marcatori: st 5’ Belcastro, 45’ Litteri

Triestina (3-5-2): Offredi; Volta, Ligi, Lopez (st 33’ Capela); Rapisarda (st 33’ Natalucci), Crimi, Giorico, Procaccio (st 15’ Sarno), Galazzi (st 33’ Iotti); Gomez, Trotta (st 26’ Litteri). All. Bucchi

Trento: (5-3-1-1): Chiesa; Dionisi (pt 38’ Osuji), Trainotti, Seno (st 25’ Raggio), Carini, Simonti; Caporali, Nunes, Belcastro (st 38’ Scorza); Pasquato (st 25’ Pattarello); Barbuti (st 33’ Ferrara). All. Parlato

Arbitro: Bonacina (Bergamo)

NOTE - Calci d’angolo Triestina 5, Trento 1. Ammoniti: Crimi, Giorico, Pasquato. Espulso: Ligi

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.