Vaccinazioni e sì alle riaperture nei locali all’aperto. Il sindaco Paolo Truzzu si è detto d’accordo con l’ex presidente della giunta regionale Pigliaru e il  virologo Burioni. il primo “ha chiesto di concentrarsi sui ritardi della campagna vaccinale piuttosto che su questioni che con la politica seria hanno poco a che fare”, mentre il secondo “ha proposto, con l’arrivo della bella stagione, di riaprire subito bar, ristoranti e teatri all’aperto. D’altronde, i dati indicano che il contagio all’esterno è molto raro”.Il primo cittadino chiede un’accelerata sulle vaccinazioni. “Ed è per questo che, come Comune di Cagliari, abbiamo messo, da tempo, a disposizione dell’ATS 20 nostri dipendenti per chiamare e prenotare il vaccino per gli over 80. E spiace dire che partiremo solo oggi perché purtroppo mancavano le dosi”, annuncia il sindaco Truzzu che chiede poi il via alle riaperture.“Non è più possibile continuare a tenere chiuse tutte le attività. Urgono altre soluzioni che permettano la riapertura immediata, come appunto l’utilizzo dei posti a sedere all’esterno e su prenotazione, stabilendo protocolli rigidi e sanzioni pesanti per chi non rispetta le regole. Dopo più di un anno di pandemia siamo tutti stanchi. Si può essere rigorosi con la sicurezza e intelligenti e coraggiosi sulle riaperture. Di certo non possiamo più aspettare. È ora di far ripartire questo Paese, una volta per tutte”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.