“Il Pronto Soccorso di Lanusei non chiuderà”. A parlare è il direttore della Asl, Luigi Cugia che annuncia anche la riapertura, già nella giornata di domani, del punto nascita del nosocomio che l’anno scorso ha fatto segnare più di 290 parti.

“Il personale ora c’è e siamo pronti. Purtroppo il Covid colpisce anche medici e infermieri. Adesso stanno meglio e possono rientrare in servizio e con la preziosa collaborazione dei pediatri dell’Arnas G. Brotzu, nelle prossime ore si torna a lavorare a pieno regime”.

Un problema, quella della carenza degli specialisti, che aveva fatto gridare al rischio di chiusura del Ps dell’ospedale. Un pericolo scongiurato dallo stesso direttore: “Grazie al lavoro di squadra – spiega ancora Cugia – anche gli altri specialisti dei reparti della struttura ospedaliera daranno una mano importante al nostro Pronto Soccorso: penso all’ortopedia, ai nefrologi fino ai chirurghi. Così come un aiuto ci arriverà dalla disponibilità del direttore
dell’Emergenza del SS. Trinità. La situazione non è certamente semplice ma stiamo mettendo in campo tutte le armi a nostra disposizione. Siamo come in guerra. E il Covid è un nemico che sta mettendo in difficoltà tutti gli ospedali non solo a casa nostra ma in tutta Italia”.

L'articolo “Il Pronto soccorso di Lanusei non chiuderà. E domani riapre il punto nascita” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.