Il nuovo Dpcm di Conte potrebbe durare 4 settimane; alt ai ristoranti, il sogno è la zona bianca. Dopo il 16 gennaio, restrizioni ancora maggiori e non per un tempo limitato: Repubblica parla di 4 settimane di durata, con coprifuoco alle 22, bar e ristoranti chiusi alle 18, alt a piscine e palestre se non con la deroga degli allenamenti individuali. Ma il sogno per tutte le Regioni è la fatidica nuova zona bianca: chi scenderà sotto l’indice Rt potrà poi procedere gradualmente alle riaperture.

Un obiettivo ancora lontano però per la nostra Sardegna, che ha un dice di 1,02 e un intervallo minimo di 0,95, che ci ha consentito da lunedì di restare in zona gialla per un’altra settimana senza fare scattare l’arancione. Nel nuovo Dpcm di Conte sarà più facile però anche entrare nella zona rossa, basteranno 250 contagi ogni 100mila abitanti per andare praticamente in lockdown. Il Cts parla infatti di “situazione molto pericolosa, epidemia che può finire fuori controllo”. Quindi un altro mese di divieti dietro l’angolo, che potrebbero essere ufficializzati questa settimana. Sperando nei vaccini e nel calo dei contagi.

L'articolo Il nuovo Dpcm di Conte potrebbe durare 4 settimane: alt ai ristoranti, il sogno è la zona bianca proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.