No, la lacrime agli occhi non ci sono. Ma la rabbia sì, anche celata dietro una tranquillità che sembra essere solo apparente. Alessandra Meddi, 45 anni, sette anni fa ha aperto Cucina Eat in una piazza Galilei che, solo da pochi giorni, sta rifiorendo, commercialmente parlando, con i tavolini del suo locale e dei ristoranti e gelaterie dei suoi colleghi posizionati accanto alle maxi aiuole. Dopo i mesi di chiusura per Coronavirus, qualche giorno fa la riapertura. Ieri, una nuova mazzata: “Qualcuno ha rubato il motorino di un ragazzo che vive nella zona, l’ha portato davanti all’ingresso della cucina del mio locale e l’ha incendiato. Le fiamme hanno avuto il tempo di distruggere il portoncino, danneggiare la nostra ‘Ape’ che utilizziamo per fare le consegne e il pavimento interno, in resina. I danni? Quantificabili in almeno settemila euro”, dice, con abbastanza sconforto, l’imprenditrice.“Avevamo riaperto da poco, ora dovremo fermarci nuovamente. Qui con me lavorano altre quattro persone, lentamente stavamo ritornando ai ritmi di prima del Coronavirus. I Vigili del fuoco sono intervenuti rapidamente, fortunatamente. Ci sono già indagini, da parte della polizia”. Che cosa si sente di dire a chi ha avuto la “geniale” idea di bruciare un motorino davanti al suo locale? “Sono persone che, sicuramente, non pensano minimamente ai danni che possono causare agli altri”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.