Arrivato a Cagliari “il 12 dicembre 2020” per stare insieme alla donna che ama. Ora, però, Kevin Anderson, 73enne di Ontario, nel Canada, ha già acquistato il biglietto per tornare nel suo paese natale. E sta sperando che, prima o poi, possa essere vaccinato nel capoluogo sardo. Il motivo? A spiegarlo è la sua compagna, Adriana Gaggioli: “Air Canada, come stanno progettando, richiederà non solo il tampone ma anche il vaccino. E il mio compagno, allora, come potrà tornare a casa? Dovrà restare qui per sempre?”, chiede, seccata, l’anziana. I tentativi di vaccinarlo, sinora, sono andati a vuoto: “Due giorni fa siamo andati a Quartu. Io sono stata vaccinata con AstraZeneca, ho chiesto di poter vaccinare anche il mio compagno. Mi hanno invitata a tornare a fine giornata, dicendomi che sarebbe stato possibile, eventualmente, se fossero avanzati vaccini”. In serata, però, la coppia è andata direttamente alla Fiera di Cagliari: “Non potevamo tornare a Quartu perchè nessuno poteva darci un passaggio con l’auto. Un impiegato alle vaccinazioni ci ha detto che, senza tessera sanitaria, è impossibile effettuare il vaccino”. E il 73enne canadese “non ha questo documento. Meglio, la tessera sanitaria ce l’ha, ma è quella canadese”. Il timore è quello di non potersi imbarcare, “il prossimo due giugno. Per me è un’ingiustizia”, tuona la Gaggioli. “La situazione è brutta e pericolosa, lui ha il diritto di potersene tornare nella sua nazione. Ma, senza vaccino, rischia di non poterlo fare. Cosa possiamo fare per risolvere questo grosso problema?”. Se qualcuno sapesse come possiamo sbloccare questa situazione mi può chiamare al +393289743072″.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.