Il miele di corbezzolo di Simaxis è il migliore, per il Gambero Rosso
Primo posto in classifica con i voti degli assaggiatori

Daniele Cossu e il suo miele Arbarèè di Simaxis – Foto pagina Facebook Arbarèe Azienda Agricola

Il miele di corbezzolo Arbarèe di Simaxis ha conquistato il primo posto nella classifica del Gambero Rosso: è uno tra i migliori prodotti presenti in commercio, secondo i voti assegnati dagli assaggiatori iscritti all’Albo nazionale degli Esperti in analisi sensoriale del miele.

Il Gambero Rosso quest’anno a causa dell’emergenza sanitaria ha dovuto organizzare da remoto il blind test sul miele di corbezzolo: gli assaggiatori hanno ricevuto i prodotti dentro bicchierini chiusi numerati. I campioni provenivano dall’annata 2019 e – tranne un miele toscano – arrivavano tutti dalla Sardegna.

Primo quindi tra undici prodotti in gara, il miele di corbezzolo “Arbarèe” è prodotto dall’azienda agricola a conduzione familiare di Daniele Cossu, in località San Giuliano, che pratica l’apicoltura con la tecnica del nomadismo. Ben 600 alveari che vengono spostati per inseguire le fioriture, e danno i classici mieli sardi, in vendita in azienda ma anche nei mercati locali e nelle piccole botteghe gourmet italiane.

L’unicità che ha decretato il primo posto di questo miele di corbezzolo nella classifica del Gambero Rosso è forse la zona di bottinaggio delle api, ovvero l’altopiano di Barigadu, nella Sardegna centrale. A questo si aggiunge poi anche la capacità di raccoglierlo nel modo giusto e di presentarlo bene.

Caratteristiche principali del miele di corbezzolo Arbarèe sono la sua texture cremosa, color ambra chiaro, con cristalli impercettibili. Al naso si incontrano tutti i descrittori tipici e quindi erbe e radici amare, foglie di edera, fondi di caffè zuccherato, foglia di tabacco umida, anche note di affumicato, tostato, cuoio e leggero caramello. In bocca l’amaro è intenso e ritornano le sensazioni dell’olfattiva, con in evidenza la sua nota affumicata.

A seguire, al secondo posto si è piazzato il miele di Efisio Murru di Villagrande Strisaili e al terzo posto quello dell’Apicoltura Dr. Pescia, di Rosignano Marittimo (Livorno). Qui la classifica completa.

Il miele di corbezzolo. Tra le circa 50 tipologie di miele, quello di corbezzolo è il monoflora più di nicchia. Ideale per chi non ama i gusti troppo stucchevoli (insieme agli chef orientati alla cucina di ricerca), si distingue dagli altri mieli proprio per il suo caratteristico sapore amaro. I salutisti e gli amanti dei superfood lo scelgono inoltre per la ricchezza di sostanze antiossidanti e antibatteriche.

Il miele “Arbarèe” di Simaxis

Giovedì, 4 marzo 2021

L'articolo Il miele di corbezzolo di Simaxis è il migliore, per il Gambero Rosso sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.