Cabras

L’ente ha partecipato alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico

Si è conclusa positivamente la partecipazione del Gal Sinis, in collaborazione con la Fondazione Mont’e Prama, alla quattro giorni della XXIII Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico svoltasi a Paestum.

“La partecipazione alla BMTA21 ha rappresentato un’importante vetrina per far conoscere il nostro territorio e le sue peculiarità culturali ed enogastronomiche”, ha affermato il presidente del Gal Sinis Alessandro Murana. “Il tema dell’archeologia è infatti uno degli elementi principali del nostro piano di sviluppo locale e si associa a numerose altre misure che sono in corso di attuazione e che riguardano l’agroalimentare, il turismo sportivo/naturalistico e le eccellenze ambientali che sono presenti nel nostro territorio”.

“Sono stati giorni intensi di incontri e conferenze che ci hanno permesso di entrare in contatto con diversi buyer nazionali ed europei che si sono mostrati interessati al nostro territorio e alla nostra offerta turistica”, ha precisato il direttore del Gal Cristiano Deiana. “Ciò è in linea con l’obiettivo principale di valorizzazione e promozione della destinazione del Sinis previsto dall’Azione di Sistema del nostro piano d’azione che è stato raggiunto grazie ad un importante lavoro di coordinamento del Gal Sinis in termini di organizzazione, partecipazione diretta ed impegno finanziario, tanto che siamo orgogliosi che il nostro stand sia stato tra i più visitati ed apprezzati”.

Alla manifestazione erano presenti anche il presidente della Fondazione Mont’e Prama Anthony Muroni e il sindaco di Cabras Andrea Abis che si sono detti soddisfatti dell’opportunità concessa dal Gal Sinis di far scoprire e valorizzare l’immagine dei Giganti di Mont’e Prama a quanti ancora non ne fossero a conoscenza non soltanto in Italia ma anche in uno scenario più ampio come quello europeo.

“Fare rete è indispensabile per trasformare in azioni concrete gli obiettivi di sviluppo. La terra di Mont’e Prama ha tutte le potenzialità per diventare un attrattore turistico al pari di realtà di fama mondiale”, sono state le parole del Presidente della Fondazione Anthony Muroni.

Particolarmente soddisfatto anche il sindaco, nonché componente del Direttivo della Fondazione e del Gal. “Sono fiducioso, la Fondazione sta muovendo i suoi primi passi, compiendo scelte consapevoli e mirate. Cabras”, ha detto Abis, “è il fulcro dell’intero progetto che avvicinerà a Mont’e Prama studiosi, ricercatori e amanti del turismo culturale, e dobbiamo farci conoscere come meta prestigiosa”.

Nel pieno rispetto degli obiettivi di sviluppo previsti dal Piano di Azione Locale e in linea con l’attuazione della “DMO Sinis – COSTA DEI GIGANTI”, inoltre, nei prossimi giorni il Gal trasferirà agli operatori economici-culturali interessati dei cinque comuni del Sinis ogni utile informazione e la documentazione fornita dagli organizzatori dell’evento contenente i riferimenti dei buyer presenti alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico 2021.

Martedì, 30 novembre 2021

Grazie per aver letto questo articolo. Se vuoi commentarlo, accedi al sito o registrati qui sotto. Se, invece, vuoi inviarci un’informazione, una segnalazione, una foto o un video, puoi utilizzare il numero Whatsapp 331 480 0392 o l’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.