Vasche ancora vietate, i ristori non bastano a pagare l’affitto. In via Risorgimento alza bandiera bianca la società sportiva InAcqua e sette lavoratori a casa.A Radio CASTEDDU parla Natalia Cadena, 29 anni di Cagliari, una delle dipendenti da tre anni. “Siamo fermi da metà ottobre e costretti a chiudere per sempre. Io lavoravo con l’acquagym e la ginnastica dolce. Purtroppo tutte e due le attività sono ferme e la situazione è bruttissima.Lavoravo da 3 anni, sono del Guatemala e la presidentessa Cinzia Mocci mi aveva dato lavoro senza neanche conoscermi. Lavoro anche come insegnante di danza ma sono ferma anche da quel punto di vista. I Ristori non sono arrivati per me perché io sono straniera e non ho potuto prendere gli aiuti.In piscina le distanze erano rispettate, a volte i gruppi erano anche solo di 4 persone ed è molto triste perché i gruppi che  partecipavano alle lezioni di Cinzia avevano problemi fisici e  non possono fare niente per la loro salute.Io ora sono disoccupata, stiamo provando a fare quello che possiamo, ci organizziamo con qualche lezione al parco ma non abbiamo tutti i soldi per pagare le spese”.Risentite qui l’intervista di Paolo Rapeanu e Gigi Garauhttps://www.facebook.com/castedduonline/videos/1063088404212355/e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDUhttps://play.google.com/store/apps/details?id=com.newradio.radiocastedduonline

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.