Sarda News - L'unione delle notizie dalla Sardegna

Il Coronavirus non ferma i trapianti al Brotzu. Una donna sarda è stata salvata ieri con un trapianto di fegato dichiarato “urgente” dagli operatori sanitari della Chirurgia Generale guidato da Fausto Zamboni, dal C.R.T. della Sardegna con a capo Lorenzo D’Antonio e dal CNT Operativo di Roma alla cui guida c’è ora Massimo Cardillo. L’organo donato in una Rianimazione del continente è stato assegnato al centro trapianti di Cagliari vista la somma urgenza, ed il pericolo di vita per la paziente. Ci comunicano che il trapianto è andato bene, la paziente dopo diverse ore nella Rianimazione del “G.Brotzu” è ora nella sala di terapia semintensiva della Chirurgia Generale con le amorevoli cure della dott.ssa Elisabetta Pusceddu responsabile della struttura. C

ome associazione di trapiantati Prometeo Aitf non possiamo che ringraziare la famiglia del donatore per questo grande gesto di solidarietà che speriamo possa essere imitato da altre famiglie. Vogliamo inoltre fare i complimenti a tutti gli uomini e le donne della Sanità pubblica della donazione e dei trapianti, che anche in periodi grigi e molto pericolosi come quelli attuali, riescano salvare nuove vite. Auguri alla paziente trapiantata.

Pino Argiolas

L'articolo Il Coronavirus non ferma i trapianti al Brotzu: donna salvata con un fegato donato dalla penisola proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.