Il Comune di Cabras vara “Operazione maggio”: più buoni spesa e banco solidales
Il sindaco Abis replica alle contestazioni del suo partito, il Pd

Il municipio di Cabras

Al Comune di Cabras l’hanno chiamata “Operazione maggio”. Si tratta di un insieme di azioni che la Giunta Abis ha deciso di strutturare per i suoi concittadini.

“Abbiamo deliberato ieri una proposta in discussione da una settimana”, dichiara il sindaco Abis, rispondendo alle accuse mosse dal suo partito – il Pd – secondo il quale non avrebbe previsto alcuna misura autonoma di sostegno a famiglie e imprese.

“Le polemiche di oggi ci appaiono tardive e anche frutto di disinformazione”, commenta il sindaco. “Forse chi le fa potrebbe ad esempio partecipare di più delle attività messe in campo dalla propria maggioranza. La Giunta, sin dal suo insediamento, ha previsto lo svolgimento delle sue sedute in presenza anche dei consiglieri di maggioranza. Se avessero fatto una videochiamata ci avrebbero trovati all’opera sugli argomenti che oggi ci usano contro”.

La grande apertura di “Operazione maggio” si avrà con la fase 2 della distribuzione dei buoni. A partire da domani il Comune di Cabras rielaborerà le domande pervenute fino a oggi. L’Amministrazione, infatti, comunale ha stabilito una variazione delle soglie massimali, innalzate in modo da consentire a chi è stato finora escluso di ricevere il contributo.

Alessandra Spanu

Rientreranno quindi più persone. “Ci siamo resi conto che sono rimaste fuori persone che pur avendo un minimo reddito non versavano comunque in una buona condizione”, dichiara Alessandra Spanu, assessore alle politiche sociali, sanitarie e assistenziali.

Il criterio di assegnazione rimane lo stesso: chi sta dentro il massimale beneficia del buono fino al suo valore massimo, perché percepisce un contributo equivalente alla differenza tra la soglia e quanto dichiara di percepire come reddito. Innalzando il valore della soglia, beneficeranno del buono anche coloro che finora ne sono stati esclusi, fino al valore massimo possibile.

Le nuove soglie adottate dal Comune di Cabras si avvicinano alle soglie definite dalla Regione Sardegna per gli ultimi aiuti. “Non si può dire che un nucleo di 5 persone che percepisce 1.140 euro navighi nell’oro”,  dichiara il sindaco. “Il nostro intento è stato sin dall’inizio quelli di lasciare da parte delle somme, che consentissero di operare una seconda valutazione. E soprattutto di farlo avendo alla mano i primi dati e conoscendo le reali esigenze dei nostri concittadini”.

Alla base di questo provvedimento, c’è una simulazione dell’ufficio Servizi sociali. È proprio sulla base di questi numeri che la Giunta Abis impegnerà le somme restanti dai 79.140 euro totali di finanziamento. A queste si aggiungeranno i 4.125 euro di donazioni giunte sul conto di tesoreria dedicato, impiegate esattamente per le finalità per le quali sono state donate.

Andrea Abis

Nell’operazione maggio rientra anche l’avvio del banco solidale di Cabras, in pianta stabile. Nell’emergenza l’amministrazione comunale ha raccolto numerose donazioni da parte delle aziende locali. In particolare hanno donato, contribuendo alla costituzione del banco: la macelleria “Efisio Brufulu”, di Efisio Sanna, l’Azienda agricola “Monte trigu”, dei F.lli Manunza,  l’Azienda agricola riso “IFerrari”, di Carlo Ferrari,  Gregory shop, di Fabiana Marsella e il Gruppo Nonna Isa

“Siamo in attesa di sapere quale sarà lo spazio di manovra che il decreto dà ai Comuni. Il nostro bilancio è estremamente sofferente e proprio chi ci lancia contro le peggiori accuse dovrebbe saperlo”,  conclude Andrea Abis. “Anziché fare proclami populisti, si rimbocchino le maniche e si uniscano a noi e ai nostri collaboratori, a lavoro senza sosta nell’interesse di Cabras”.

Giovedì, 30 aprile 2020

L'articolo Il Comune di Cabras vara “Operazione maggio”: più buoni spesa e banco solidale sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.