Il centro paralimpico a Cagliari non serve. I disabili possono allenarsi nei campi dei normodotati”. E’ la replica dell’assessore allo Sport Paolo Spano al consigliere Marco Benucci. Il capogruppo dei Progressisti ieri ha accusato la giunta Truzzu di aver cancellato il centro di eccellenza paralimpico di via Pessagno per realizzare uno skatepark. “Il progetto che cita Benucci non esiste”, ha dichiarato Spano, “è solo una proposta di delibera fatta in fretta e furia dopo che Zedda si era già dimesso, ma in 7 anni non avevano fatto nulla. Volevano il paddle in via Pessagno ma di spazi ce ne sono già 20. Per quanto riguarda i disabili ricordo che non hanno bisogno di spazi a loro dedicati, ma possono benissimo allenarsi nelle stesse strutture dei normodotati. Non si capisce nulla di questo centro di eccellenza, oltretutto in metà campo di via Pessagno. Se c’è uno che fa discriminazione è lui”Sempre Benucci”, aggiunge, “attribuendomi frasi mai pronunciate, mi accusa di scarsa sensibilità nei confronti dei disabili. Ma si sbaglia di grosso perché io ho lavorato per 10 anni nel comitato paralimpico e nel 1985, 3 anni prima che lui nascesse, allenavo i disabili nella riabilitazione equestre e uno di loro ha iniziato a gareggiare per l’Italia ed è arrivato terzo al campionato mondiale di dressage in Danimarca. Per questo non so come faccia ad accusarmi di scarsa sensibilità”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.