Il suggerimento del Coordinamento Presidenti Consiglio di Circolo e d'Istituto Sardegna

CAGLIARI. Buon senso nell'applicazione delle regole anti Covid. Soprattutto quando ci sono di mezzo i bambini e comunque i giovanissimi. È il suggerimento del Coordinamento Presidenti Consiglio di Circolo e d'Istituto Sardegna a pochi giorni dalla notizia relativa a uno studente di una scuola primaria di Sassari non ha potuto seguire le lezioni per aver dimenticato a casa il suo materiale didattico.

«Considerato - si legge in una nota - che il presunto comportamento del docente è stato reso possibile dalla mancanza, alla data dell'azione- di direttive ministeriali e di linee-guida chiare e univoche o, piuttosto, di interpretazioni fin troppo restrittive e soggettive emanate dai singoli istituti o circoli scolastici e che la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina ha dichiarato che 'lo scambio di materiale tra alunni e docenti è permesso, purché si applichino le norme sanitarie vigenti, e che venga utilizzato il "Buon senso", il coordinamento fa proprie le parole della Ministra a tutela della fragilità emotiva e psicologica dei nostri figli».

«La scuola - continua il coordinamento - sta vivendo un periodo di vera e propria rivoluzione: l'intesa, la cooperazione, la fusione tra le varie componenti è la linfa vitale per superare questo momento particolarmente problematico». (Ansa).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.