La cura Semplici funziona: dopo Crotone, il bis alla Sardegna Arena. Decide un gol di Rugani

CAGLIARI. Che bello questo Cagliari, che soffre, che va in apnea, combatte, ma vince. Già, contro il Bologna arriva la seconda vittoria di fila. Un 1-0 firmato da Rugani nel primo tempo che fa risalire la china alla squadra. Il nuovo allenatore Semplici ha dato gambe alla speranza di tutti i tifosi. E davvero ora si può sperare di rimediare a una stagione che sino a domenica, prima dell’inizio della partita di Crotone, sembrava fallimentare.

Nella formazione iniziale, come aveva anticipato alla vigilia, Semplici fa tre cambi: Klavan sostituisce Ceppitelli nella linea difensiva a tre con Rugani che però per la prima volta da quando è a Cagliari gioca a destra, Zappa è l’esterno destro del quintetto di centrocampo dove Nandez viene spostato all’estremo sinistro e, infine, in avanti Simeone è l’attaccante al fianco di Joao Pedro, con Pavoletti che si accomoda inizialmente in panchina.

Buon avvio del Cagliari sulla scia dei desideri espressi dall’allenatore rossoblù. Colleziona tre calci d’angolo nei primi 5 minuti e sull’ultimo c’è un colpo di testa di Joao Pedro da posizione ravvicinata, ma il brasiliano non inquadra lo specchio della porta. Al 19’ occasione per Simeone servito in area da Joao Pedro che tira e supera il portiere di destro ma Antov libera di testa in corner.

Sul calcio d’angolo il Cagliari passa in vantaggio: dalla bandierina batte da sinistra Marin, Rugani salta di testa in mezzo a un grappolo di giocatori e insacca l’1-0. Si arriva al 32’ per una nuova occasione rossoblù: tiro dal limite di Duncan servito all’indietro da Nainggolan e deviazione in angolo decisiva di Orsolini. Il Bologna a sua volta si scuote, e prova qualche iniziativa sostenuto da Sansone e Soriano, ma il tempo si chiude senza che gli avanti felsinei riescano a impensierire Cragno.

In avvio di ripresa Daniele Rugani non rientra, a causa di un leggero infortunio a una gamba che il giocatore si è procurato proprio in occasione del gol, e al suo posto entra Luca Ceppitelli. Subito in evidenza, al 3’, il Bologna, con un cross dalla destra e deviazione volante di Svanberg con la palla che però è preda di Cragno. Risponde al 6’ il Cagliari con un colpo di testa però centrale di Godin sugli sviluppi di un corner. Sempre su corne nasce un’azione insidiosa del Bologna con colpo di testa di Mbaye e deviazione di Cragno. Cambio fra punte al 16’: esce Simeone, dolorante dopo un colpo ricevuto in area bolognese, e d entra Pavoletti.

Al 22’ grande azione personale di Nandez e solo un miracoloso intervento di Antov evita che il tiro possa diventare pericolosissimo per Skorupski. Cragno si esalta al 27’ su conclusione di Vignato bloccando a terra la velenosa puntata a rete. Di seguito altri cambi: Deiola per Marin, e poi Asamoah e Cerri per Zappa e Joao Pedro fra il 33’ e il 36’. Al 44’ c’è una grande occasione per il Cagliari: punizione di Nandez, testa di Pavoletti e salva sulla linea, questione di millimetri, Shouten. Clamoroso poi al 48’, quando Cerri lancia Deiola sullo spazio, ma il centrocampista sardo non riesce a trovare il tempo per calciare in porta.

Alla fine del primo tempo c'è tutta la soddisfazione di Semplici. "Abbiamo iniziato bene, mettendo i presupposti del gol. Sono stati bravi a partire bene, come avevo chiesto. Nella ripresa abbiamo un po' sofferto ma le migliori occasioni le abbiamo avute noi. Importante dare continuità alle prestazioni. Ora la nostra salvezza dipende da noi. Non guardare le altre squadre ma lottare partita dopo partita. Questa è la strada giusta per cercare di conquistare la salvezza".

Cagliari (3-5-2): Cragno; Rugani (1' st Ceppitelli) Godin, Klavan; Zappa (37' st Asamoah), Nainggolan, Duncan, Marin (34' st Deiola), Nandez; JoÒo Pedro (37' st Cerri), Simeone (16' st Pavoletti). (1 Aresti, 31 Vicario, 40 Walukiewicz, 16 Calabresi, 44 Carboni , 20 Pereiro, 17 Tramoni ). All.: Semplici.

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; De Silvestri, Antov (30' st Medel), Soumaoro, Mbaye (19' st Skov Olsen); Svanberg (30' st Palacio), Domínguez (32' pt Schouten); Orsolini (19' st Vignato), Soriano, Sansone; Barrow. (1 Da Costa, 34 Ravaglia, 16 Poli, 68 Khailoti, 77 Annan, 80 Juwara). All. Mihajlovic.

Arbitro: Di Bello di Brindisi.

Rete: nel pt 19' Rugani.

Note. Angoli: 10-4 per il Cagliari. Recupero: 2' e 5'. Ammoniti: Nandez, Antov, Schouten, Cerri per gioco scorretto.

 

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.