Sorpresi dal buio nel sentiero Miniere nel Blu hanno chiamato i soccorsi

IGLESIAS. Due escursionisti di 56 e 55 anni impegnati sul sentiero Miniere nel blu da Masua a Cala Domestica stasera 6 febbraio sono stati sorpresi dal buio e si sono trovati in difficoltà. Hanno perciò chiamato i soccorsi.

Gli escursionisti sono stati localizzati grazie all'SMS Locator, un messaggio inviato dalla Centrale Operativa del Soccorso Alpino e Speleologico che, grazie al consenso espresso dal disperso, permette di conoscere la sua posizione. Immediatamente si sono recati sul posto i tecnici della stazione di Iglesias e il turno in guardia attiva, coadiuvati da altri provenienti dalle stazioni di Cagliari e Medio Campidano per un totale di 10 operatori sul campo. Contestualmente è stata allertata anche la Centrale Operativa del 118, che ha provveduto a mandare sul posto l'ambulanza del Soccorso Iglesias.

I due escursionisti sono stati raggiunti dal personale della Polizia e a seguire dai tecnici del Soccorso Alpino che, dopo averne verificato le condizioni di salute, li hanno riaccompagnati alle auto. Sul posto anche i vigili del fuoco.

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.