Superano il milione le richieste di sospensione delle forniture luce e gas in Italia per morosità. È quanto emerge dall’elaborazione dati del comparatore di tariffe Prezzogiusto, sulla base delle recenti statistiche diffuse dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, l’Arera.

Dall’analisi del fenomeno su base regionale emergono numeri allarmanti. Tra i clienti domestici in regime di maggior tutela, la Campania risulta la regione con la percentuale più alta di sospensione per morosità col 6%. Al secondo posto, non lontano dai campani, la Sicilia (5,5%), poi Lazio e Calabria (4,5%) al terzo, e Sardegna (4,2%) al quarto. Seguono Puglia (3,6%), Umbria e Abruzzo (3,4%), Toscana (3,3%), Molise e Basilicata (2,9%). Al Centro-Nord tutti sotto la soglia del 3%: Liguria e Trentino Alto Adige (2,7%), Lombardia (2,6%), Piemonte (2,4%) e Friuli Venezia Giulia, che registra il 2,3% di sospensioni. Guidano la classifica Marche (2,2%), Emilia Romagna e Veneto (2,1%) e, infine, la più virtuosa, la Valle D’Aosta, con l’1,3%.

I dati non cambiano in regime di mercato libero: la Campania arriva al 10% di sospensioni, Sicilia e Calabria sono poco distanti, rispettivamente al 9,7% e 9,2%. Più stacco per Puglia (6,7%), Sardegna (6,1%), Umbria (5,9%) Lazio e Toscana (5,6%). A metà classifica, non troppo distanti tra loro, troviamo Molise e Basilicata (5,5%), Abruzzo (5,4%), Liguria 4,8%), Lombardia (4,5%), Marche (4,3%) Emilia Romagna (4,2%), e Piemonte (4,1%). Guidano la classifica Veneto (3,4%), Friuli Venezia Giulia (2,9%), Valle D’Aosta (2,2%) e Trentino Alto Adige (1,8%).

L'articolo I sardi al quarto posto in Italia tra i morosi di luce e gas: quando la bolletta diventa un lusso proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.